Galileo Network entra nel mondo del crowdfunding

Galileo Network è entrato nel capitale sociale di ActivAnt, una start up innovativa gestore di un portale di crowdfunding autorizzato CONSOB.

In Italia sono attive 51 piattaforme di crowdfunding autorizzate dalla Consob, che hanno raccolto circa 315 milioni di €, tra equity non immobiliare (che fa la parte del leone con circa 220 milioni), equity immobiliare e mini-bond. La raccolta negli ultimi 12 mesi ha visto crescite molto significative, +63% nell’equity non

immobiliare, +76% in quello immobiliare, e +696% nei mini-bond (che, con i suoi poco più di 25 milioni, è comunque un mercato con una raccolta ancora molto limitata in valori assoluti).

“Attraverso questa partecipazione strategica – esordisce Andrea Gelfi che è l’AD di Galileo Network ed è entrato a far parte del Board di ActivAnt – la nostra Società mira ad ampliare il proprio portafoglio di servizi verso i clienti attuali, con l’obiettivo di consolidare e incrementare i rispettivi business”.

Le imprese che possono attivare campagne di equity crowdfunding hanno infatti necessità di “una serie di servizi di supporto che – prosegue Gelfi – possono essere forniti dai Confidi stessi, o da loro partner, o da partner proposti da Galileo Network”.

Uno degli obiettivi è anche ampliare il mercato di Galileo Network verso nuovi target, anche in favore delle Società del Gruppo Kauri, del quale Galileo Network è parte.

“Il primo passo – per il Presidente di ActivAnt Rodolfo Martina – riguarda l’attivazione della rete di stakeholders di Galileo Network per individuare imprese virtuose con progetti o piani di sviluppo innovativi e sostenibili, che possono essere candidate per campagne di equity crowdfunding sulla nostra piattaforma”.

Per ogni approfondimento ed informazione in merito a questa iniziativa, il referente è il Responsabile dell’Area Business di Galileo Network Pietro Farina.